Alla scoperta del mondo e di me stessa,
un diario di viaggi e un percorso personale,
emozionale e umano, inscindibili l’uno dall’altra.
Un viaggio, tanti viaggi
che passano attraverso le frontiere e il cuore,
fatti di incontri e scambi,
con il filo conduttore della magia della diversità che il mondo offre.  
Un cammino tra gioie e paure, sogni e fallimenti, conquiste, ideali e realizzazioni.
Viaggiare per ritrovarsi, per non farsi risucchiare dal vortice della routine.

Come nasce questo libro?

Durante il mese di Aprile 2020, nel momento in cui tutte le certezze non erano più tali e ogni aspetto della vita ordinaria era messo in discussione, la costrizione dentro casa è stata per me una grande opportunità.
Una sera in cui la nostalgia dei vecchi viaggi e il desiderio di realizzarne di nuovi erano martellanti, mi sono soffermata a pensare alla magia che le esperienze passate mi avevano donato e di come mi avessero cambiato intimamente; ho così ripreso in mano i miei vecchi diari di viaggio, le fotografie e ho iniziato a scrivere.
Quella che doveva essere la descrizione di alcune esperienze in giro per il mondo ha aperto la strada ad una narrazione più personale e intima, una lettura interiore con molti spunti di riflessione sulla vita e sull’esistenza in generale.

Dalla Thailandia al Marocco, passando per l’India, il centro Africa e Parigi.
La paura del primo volo per Londra, l’attrazione per i mercati speziati e colorati del medio oriente,
la scoperta delle dune di sabbia del deserto del Sahara; il primo odore di Calcutta, i suoi contrasti e il suo forte richiamo spirituale.

L’Africa, l’Uganda e la Tanzania, toccare in prima persona la cooperazione internazionale, e ancora oriente, nelle terre rosse della Giordania, tra tesori e misteri.
L’Asia, tra il caos di Bangkok e le isole verde smeraldo dell’oceano Indiano.
Infine l’Italia, terra di nascita e di vita, dalla Toscana fino alla Puglia, passando per i luoghi del cuore che hanno caratterizzato la crescita, la scoperta, l’amore, gli errori e la consapevolezza.
Questi capitoli sono la descrizione di viaggi che avvengono guardando dal finestrino di un mezzo di trasporto; il finestrino è una dimensione che permette di guardare fuori per proiettarsi sul mondo e allo stesso modo, tramite l’immagine riflessa sul vetro, di non perdere mai di vista sé stessi.       
Così in questo ultimo anno ho messo ordine nella mia vita e nella mia anima, tramite il flusso di spostamenti interiori e fisici e rielaborando tutto questo nella composizione di questa raccolta, giocando con le parole e le riflessioni quotidiane sull’esistenza.

Il libro è ordinabile in tutte le librerie d’Italia, presso la casa editrice, sui principali distributori e su Amazon.