Nel cuore di Livorno, il Quartiere La Venezia.

LIVORNO

Livorno si trova sulla costa toscana.
Una città che conta oltre 150.000 abitanti ed è uno dei principali porti italiani.
La città labronica è conosciuta per il suo folclore, il vernacolo e per gli stessi livornesi, un connubio che rende la città unica e piacevole da scoprire.
Tralasciando la provincia che racchiude luoghi altrettanto belli, Livorno ha una costa meravigliosa, tanto da essere spesso set cinematografico e pubblicitario.

A Livorno ci si tuffa tra gli scogli, si passeggia sul lungomare, fino all’accademia navale e oltre, si gode del sole e del clima mite.
Si guardano i tramonti dalla Terrazza Mascagni o dallo Scoglio della Regina e si sta al fresco tra i vicoli e i giardini.
Livorno è molto più di una città.
A Livorno si mangia e beve bene e la vita viene presa con la giusta allegria.
Livorno è una grande anima costruita dalle molte culture che vi sono passate e nel tempo si sono mescolate per creare la magia che oggi l’avvolge.
Tra le tante attrazioni interessanti, spicca il vecchio centro storico, i cosiddetti fossi del
Quartiere La Venezia.

IL QUARTIERE LA VENEZIA

Il Quartiere Venezia rappresenta il centro storico della città.
Luogo suggestivo e autentico per i suoi canali e ponticelli che ricordano la nota città veneta e per la vita che ancora lo abita.
Camminare tra i vicoli e sotto i palazzi è come entrare in una dimensione di altri tempi, dove tutto si è fermato e conservato.
Il nome, preso in prestito da Venezia, è dovuto agli scorci che la ricordano ma è anche riconducibile alle tecniche utilizzate per costruire il quartiere, le stesse utilizzate dai veneziani.
Il Quartiere La Venezia iniziò a nascere nel 1600 circa, a seguito della necessità di ampliare gli spazi oltre il castello, per rispondere all’aumento della popolazione.
La funzione del quartiere, oltre che abitativa, era commerciale.
Vi ci abitavano mercanti e artigiani.

Ancora oggi le strade conservano i nomi di alcune maestranze.
I canali, navigabili, erano funzionali a sostenere l’attività del porto e del commercio.  
Ad oggi la zona è molto frequentata e vissuta.
Sono molti i locali, i laboratori, le attività e i ristoranti dove passare le sere d’estate e non solo.
Che sia una colazione, un aperitivo o una passeggiata, ogni momento è buono per affacciarsi in Venezia.
C’è da divertirsi a camminare tra le stradine adiacenti ai canali, attraversare i ponticelli e leggere i nomi delle strade.
Osservare la vita dei livornesi, quella vissuta sull’acqua, sulle barchette da pesca, nelle cantine, o a chiacchierare lungo le sponde.
Dal 1986, ogni estate la manifestazione “Effetto Venezia” fa incontrare livornesi, turisti e toscani in una festa fatta di musica, artisti e tanto artigianato.

È possibile visitare il quartiere da una prospettiva diversa, dai canali con un Tour in Battello.

IL QUARTIERE IN BATTELLO

Scendere nei canali e lasciarsi trasportare dall’acqua è una dimensione esclusiva da cui osservare il quartiere.
Per chi non ha una barca propria un modo per navigare i canali è prendere parte a un tour guidato.
Ne ho prenotato uno su internet al costo di 15 euro.
Una piccola barca, eravamo circa 12 persone.
Un’ esperienza leggera e coinvolgente, un modo diverso di godersi la città, interessante anche per i più piccoli. Ho prenotato a questa pagina, LivornoinBattello.

Il tour è durato circa 50 minuti ed è stato accompagnato da una voce narrante registrata che ha descritto le caratteristiche principali dei vari angoli del quartiere.

Partiti dal Porto Mediceo, abbiamo attraversato una porzione di porto e visto il Monumento dei 4 mori dal mare.
Il monumento celebra le vittorie del Granduca di Toscana Ferdinando I de’ Medici.

Le 4 statue in bronzo rappresentanti schiavi furono aggiunte in un secondo momento per esaltare la potenza del Granducato.
Costeggiata la Fortezza Vecchia, antica cittadella difensiva sul mare e primo nucleo urbano di Livorno, siamo entrati nel vivo di Venezia.
A darci il benvenuto il Mercato ittico del pesce, con il tetto in stile pagoda e una enorme sardina disegnata sopra.
Il cuore del quartiere è una vera e propria isola.

I canali sono sovrastati dai palazzi a più piani, le vecchie dimore di commercianti e mercenari.
La maggior parte delle case ha le cantine che si affacciano sui canali, oggi rimesse di pescatori.
Nel quartiere si producevano pellami, acciughe, legnami e altri prodotti di cui ancora oggi le vie portano il nome.
Tra i luoghi di interesse principale troviamo la Chiesa Santa Caterina con la cupola a forma ottagonale, simbolo di riconoscimento del quartiere.
Siamo vicini al vecchio Teatro San Marco di cui si scorgono solo parti ristrutturate di ciò che oggi è una scuola.
Il canale si allarga, passiamo vicini alla Fortezza Nuova e al Quartiere del Pontino.
La parte più suggestiva del tour è passare sotto a Piazza della Repubblica.
Piazza della Repubblica è la più famosa e grande piazza di Livorno, ma in realtà è un grande ponte sotto cui passa un canale.

Attraversiamo il canale sotto la piazza e ci troviamo circa a metà percorso.
I canali tornano verso il porto. Dalle sponde ammiriamo il bellissimo Mercato Centrale, in stile eclettico, come le Scuole Benci che si trovano di fronte.
Poco più avanti la Chiesa Degli Olandesi e gli Scali d’Azeglio dove si trova la sede storica dei Canottieri di Livorno.
In questa zona venivano coltivate le ostriche e i Medici ne erano grandi consumatori.
Le case hanno stili e materiali diversi in base alle famiglie e alla finalità della struttura.
Stiamo per entrare di nuovo al Porto Mediceo da cui si può scorgere in lontananza il faro, in una delle tante zone ricostruite perché distrutte dalla guerra.
Il giro è finito, scendiamo con la voglia di raggiungere il Quartiere Venezia a piedi, per respirare ancora la magia di ciò che conserva.

9 commenti su “Nel cuore di Livorno, il Quartiere La Venezia.

  1. Non sono mai stata a Livorno sai? Non credevo che fosse una città così pittoresca! L’ho sempre associata al porto turistica e non credevo davvero che celasse così tante meraviglie! La prossima volta mi addentrerò nel centro storico per scoprirne ogni scorcio! Grazie della dritta.

  2. Non sono mai stata a Livorno ma da un po’ di tempo ci sto pensando, in particolare dopo aver visto una puntata d 4 Ristoranti ambientata in questa città. E proprio lì ho sentito parlare per la prima volta del quartiere La Venezia e in generale mi sono lasciata affascinare da questa città che ora è in cima alla mia lista.

  3. Mio marito è stato a Livorno per lavoro 5 anni fa e me ne ha parlato benissimo sin da subito e questo tuo articolo non fa altro che confermare tutto ciò che mi ha raccontato.

  4. Come tanti, in passato abbiamo attraversato Livorno senza mai guardarla realmente, dopo aver letto il tuo articolo capisco che abbiamo fatto un grave errore. Tra l’altro sottolinei la bellezza di visitare Livorno dalla barca, che è un esperienza che avevamo provato in atre città (es. Chioggia), e ci è sempre mancata molto dopo averla provata. Rimedieremo sicuramente.

  5. Non sono mai stata a Livorno ma ammetto che mi ispira parecchio, proprio per questa sua caratteristica di essere una commistione tra stili architettonici diversi. Il quartiere lo conosco (anche perché Alessandro Borghese ci ha girato una puntata di 4 Ristoranti) e sono proprio curiosa di vederlo dal vivo!

  6. Non sono mai stata a Livorno ma sono una estimatrice delle Piccole Venezie nel mondo e questo quartiere non me lo farei scappare.

  7. E’ da un po’ che manco da Livorno… Per un certo periodo ci andavo spesso. Mi ricordo, oltre al caciucco che mi piace un sacco, un’eccezionale carbonara di mare, da leccarsi i baffi! Sì, di Livorno ho più che altro ricordi culinari. 😉

  8. Per quanto io sia stata in Toscana almeno tre volte negli ultimi anni, non sono mai stata a Livorno. Forse snobbandola un po’, pensando che non avesse molto da offrire. Ovviamente mi sbagliavo. Il giro in battello dev’essere caratteristico e sicuramente la prossima volta da quelle parti, non mancherò di visitarla!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *